FIBRACOLOR, IL PRIMO PENNARELLO ITALIANO

Erano gli anni ’50, quando il Fondatore del Gruppo Etafelt, osservando i pennelli giapponesi, ideò un nuovo strumento per la scrittura costituito da una punta in feltro compresso e da un tampone in grado di trattenere l’inchiostro e di lasciarlo defluire poco per volta.

Ancora non lo sapeva, ma aveva dato vita al 1° pennarello italiano.

Il problema principale, però, era dato dall’inchiostro, che non doveva essiccare troppo velocemente. Dopo vari tentativi la prima penna in feltro vede la luce con la punta realizzata con placche di lana intinte con resine poliestere e pressate a caldo, un tampone con l’inchiostro imbevuto per capillarità e dosato automaticamente, ed il fusto, passando dal vetro all’alluminio, sostituito definitivamente con tubetti trafilati in PVC.

Nasce così SKRIBA, il primo pennarello italiano