Tornare sui banchi dopo le vacanze estive non è mai facile, soprattutto per i bambini più vivaci, che vorrebbero continuare a giocare e correre all’aperto estate e inverno. Ci siamo passati tutti: la voglia di studiare non era sempre semplice da trovare quando eravamo piccoli noi, adesso questa difficoltà possono incontrarla anche i nostri figli.

Proprio perché sappiamo che spesso può essere difficile motivare allo studio i bambini, abbiamo pensato di condividere con voi qualche suggerimento per invogliarli a tornare ai libri con gioia e passione!

1. Stimolare la voglia di imparare

Prima di tutto è importante stimolare il desiderio di conoscenza nel bambino, che lo porterà spontaneamente ad aver voglia di imparare. Ogni bambino, infatti, è istintivamente interessato a capire come funziona il mondo che lo circonda, non sarà difficile stimolare la sua curiosità! Spingere il proprio figlio a fare domande e discutere assieme su quello che succede in giro, lo porterà a comprendere che imparare è divertente. In questo modo, a scuola sarà più attento e interessato.

2. Supporto nello studio

È fondamentale affiancare il proprio figlio nello studio e nei compiti, facendo molta attenzione a “farli assieme” e non “al posto suo”. In questo modo, poco alla volta e senza fare null’altro, gli fornirete tutti gli strumenti necessari per studiare autonomamente.

3.Obiettivi e ricompense

Quando si stabilisce assieme un obiettivo e la relativa ricompensa, il bambino è automaticamente motivato a raggiungerlo. Sia perché vuole ottenere l’allettante premio, sia perché si vuole dimostrare di essere in grado di vincere la prova.

4. Alternanza con movimento fisico

L’attività fisica è fondamentale per i bambini, sia perché permette loro di sfogarsi e stare in salute, sia perché così si divertono e imparano a relazionarsi con altri bambini. Specialmente dopo otto ore di scuola un bambino vorrebbe solo giocare e riposarsi. Bisogna quindi suddividere il tempo libero fra studio e sport, facendo comprendere l’importanza e la complementarietà delle due attività.

5. Studiare giocando

Un modo semplice ed efficace per rendere i compiti meno noiosi è svolgerli con colori, matite e pennarelli. Studiare come fosse un gioco, utilizzando colori per fare schemi e calcoli, renderà tutto più leggero! Inoltre, iniziare i compiti con un bel disegno, stimolerà la fantasia del vostro bambino e lo aiuterà a concentrarsi più facilmente.
Esplorate tutte le linee di colori FIBRACOLOR e scegliete quelle più adatte a voi, fare i compiti non sarà mai stato così divertente!