La storia della matita | Un racconto di Paulo Coelho

Usiamo la matita per scrivere, per raccontare e per rappresentare le nostre storie di ogni giorno.
Avete mai pensato che una matita, piccolo oggetto, possa essa stessa rappresentare qualcosa di più grande e diventare metafora della vita?

Noi di Hi-Text e Fibracolor diamo alla fantasia la possibilità di prendere forma attraverso i nostri prodotti e quando abbiamo letto questo testo di Paulo Coelho vi abbiamo ritrovato tutta la nostra passione.

Lo scrittore e poeta brasiliano osservando una matita sulla propria scrivania ha visto oltre il legno e la grafite e ha immaginato che attraverso questo oggetto quotidiano una nonna abbia voluto fare al proprio nipote un dono prezioso.

 

La storia della matita
Paulo Coelho

Il bambino guardava la nonna scrivere una lettera.
A un certo punto chiese: «Stai scrivendo una storia su di noi? È per caso una storia su di me?». La nonna smise di scrivere, sorrise, e disse al nipote: «In effetti, sto scrivendo di te. Tuttavia, più importante delle parole, è la matita che sto usando. Mi piacerebbe che tu fossi come lei, quando sarai grande».
Il bimbo osservò la matita, incuriosito, e non vide niente di speciale.
«Ma è identica a tutta le matite che ho visto in vita mia!».
«Tutto dipende dal modo in cui guardi le cose. Ci sono cinque qualità in essa, che se tu riuscirai a mantenere, faranno di te un uomo in pace col mondo.

Prima qualità: tu puoi fare grandi cose, ma non devi mai dimenticare che esiste una mano che guida i tuoi passi. Questa mano noi la chiamiamo Dio, e Lui ti dovrà sempre indirizzare verso la sua volontà.

Seconda qualità: di quando in quando io devo interrompere ciò che sto scrivendo, e usare il temperino. Questo fa si che la matita soffra un poco, ma alla fine essa sarà più affilata. Pertanto, sappi sopportare un po’ di dolore, perché ciò ti renderà una persona migliore.

Terza qualità: la matita ci permette sempre di usare una gomma per cancellare gli sbagli. Capisci che correggere qualcosa che abbiamo fatto non è necessariamente un male, ma qualcosa di fondamentale per mantenerci sulla retta via.

Quarta qualità: ciò che è davvero importante nella matita non è il legno o la forma esteriore, ma la grafite che è all’interno. Dunque, fai sempre attenzione a quello che succede dentro di te.

Infine, la quinta qualità della matita: lascia sempre un segno. Ugualmente, sappi che tutto ciò che farai nella vita lascerà tracce, e cerca di essere conscio di ogni singola azione».

Paolo Coelho

La storia della matita è un racconto di Paulo Coelho tratto da Sono come il fiume che scorre. [Pensieri e riflessioni 1998-2005], 2006.